Sopravissana
Sopravissana
Razza italiana sfruttata nel passato per le tre attitudini (lana, carne e latte), è attualmente utilizzata soprattutto per la produzione della carne, anche se la sua lana è ottima. Ha avuto origine dalla pecora Vissana incrociata dalla seconda metà del XVIII secolo con arieti Merinos spagnoli, francesi e recentemente Gentile di Puglia. Principali regioni in cui è diffuso l'allevamento: Lazio, Umbria, Marche, Toscana, Abruzzo, Molise, Puglia.

Caratteristiche morfologiche

Taglia: media.
Testa: proporzionata, profilo rettilineo nelle femmine, lievemente montonino nei maschi, corna robuste a spirale aperta e assenti nei maschi.
Tronco: quasi cilindrico, arti robusti, petto largo, garrese leggermente più basso della groppa. Mammelle di medio sviluppo, globose, ben attaccate con capezzoli divaricati.
Vello: bianco, biocchi prismatici, ricopre tutto il corpo, base della testa e fronte a forma di ciuffo, esclusi gli arti anteriori fino al terzo inferiore e quelli posteriori fino al garretto.
Pelle: rosa - bianco.
Altezza media al garrese:
- Maschi a. cm. 71 - Femmine a. cm. 63 Peso medio:
- Maschi a. Kg. 66 - Femmine a. Kg. 50 Produzioni medie:
Carne - Maschi Kg. 47,5 - Femmine Kg. 36,8 Latte (compresa poppata) lt. 100/120
Lana - Arieti Kg. 6,5 - Pecore Kg. 4,5